26_Piedi per terra...Fiona Dovo

 Fiona Dovo – Piedi per Terra Testa per Aria – Teatro delle Formiche

STIAMO PREPARANDO LA NUOVA STAGIONE TEATRALE, VI AGGIORNIAMO AL PIU’ PRESTO!

Date e Descrizione Concerti

Domenica 23 novembre ore 21.00

Mala Waldron TRIO – ALWAYS THERE

Mala Waldron pianoforte e voce
Giovanni Sanguineti contrabbasso
Paolo Franciscone batteria

Mala WaldronLa pianista, vocalist e autrice Mala Waldron, nata a New York, ha cominciato la sua carriera professionale a 15 anni, formando la sua prima R&B band. Dopo un anno, il suo gruppo firma il suo primo contratto discografico con la RCA e realizza “Take a Little Love”. Mala, figlia di musicisti, oltre le lezioni con suo padre Mal Waldron, ha continuato a studiare pianoforte jazz, canto e composizione all’Università di SUNY con Makanda Ken Mclntyre, laureandosi con il massimo dei voti. Nello stesso periodo Mala scrive arrangiamenti inediti per alcune composizioni di suo padre. Il disco seguente a queste esperienze include alcuni inediti tra i quali “He’s my father” un duetto con il padre, “Lullabye”, dedicato alla madrina Billie Holiday, e “AlwaysThere”, che nel 2006 riceve ottime critiche in tutto il mondo.
Impresari di Francia, Belgio, Taiwan, Cina e Malaysia, e ancora, Giappone, Russia e Italia invitano Mala Waldron nei festival più prestigiosi. Essere figlia di Mal Waldron non è semplice, inevitabile il confronto con l’illustre genitore. Mala ha dalla sua una buona dose di umiltà e intelligenza e sicuramente ha ereditato doti salienti del padre ma la sua attitudine “funk” l’avvicina al suono nero, al rhythm and blues. Una splendida voce di contralto accompagnata, da tempo, da due jazzisti raffinati come il controbassista Giovanni Sanguineti e il batterista Paolo Franciscone. Il trio esegue brani “made in Waldron”, ma anche brani tratti dal repertorio delle produzioni discografiche di tutti i tre musicisti.

Domenica 30 novembre ore 18.00

OpenFreeJazz

A coronamento dell’attività didattica, allievi e amici si esibiranno sul palco del Teatro del Levante in una jam session aperta a tutti i partecipanti alle master class che potranno suonare e cantare per amici e parenti.
Gruppi di recente o nuova formazione, giovani e meno giovani, onorano il SoriWinterJazz con la loro partecipazione alla serata OpenFreeJazz

Uma Quartet – TRAVEL

Omar Muratore voce
Alessandro Rota chitarra
Leonardo Barbierato basso elettrico
Lorenzo Fronti batteria

Uma Quartet_Alessandro RotaUma Trio è una giovane formazione nata a Marzo 2014 con l’obiettivo di proporre un repertorio con brani della tradizione jazz insieme a composizioni più moderne.
Da qui la scelta di chiamare il combo con il nome di una divinità del Pantheon Indù. Uma è infatti una dea portatrice di luce e conoscenza che fa da mediatrice tra le divinità Indù.
Il concerto è una sintesi dei gusti musicali dei suoi elementi: gli standard jazz più famosi (swing, bossanova, ballads) vengono accostati a brani con sonorità psichedeliche appartenenti al mondo del rock e della fusion.
I punti di riferimento del progetto Uma sono molteplici: Mahavishnu Orchestra, Miles Davis durante il periodo “elettrico”, Jimi Hendrix, Doors, il duo Wes Montgomery – Jimmy Smith, Chick Corea Elektric Band, Santana… e tanti altri.
Per l’occasione Uma è Quartet con l’inserimento di una voce estremamente versatile, quella di Omar Muratore giovane promessa del canto jazz, che aggiunge un tocco di originalità e imprevedibilità al concerto.
Travel, ovvero il viaggio, inteso come percorso sonoro attraverso brani di stili e generi differenti ma anche come cammino iniziatico dell’ascoltatore verso una nuova consapevolezza.

Jazz 5unrise – DAGLI ALBORI AL FUNK

Davide Corso sax contralto e flauto contralto
Dino Clemente sax tenore e sax soprano
Fabrizio Stefani chitarra elettrica
Sara Fazzari pianoforte
Marco Pòddine basso elettrico
Salvatore Marullo batteria

Jazz 5unriseJazz 5unrise si forma nel 2011 all’interno della Swing Band della Filarmonica di San Fruttuoso di Genova con l’intento di costituire un gruppo adattabile a svariate esigenze di intrattenimento in occasioni pubbliche e private.
Il repertorio spazia dagli standard al funk, con arrangiamenti tipicamente apprezzati anche da un pubblico non avvezzo ad un genere spesso considerato, erroneamente, troppo complicato. Molto apprezzato nel circuito genovese, il gruppo ha partecipato oltre a moltissimi concerti tra cui l’inaugurazione di Forte Diamante, a Sestri Jazz 2012, si è esibito per Music for Peace 2012 e 2014 e in Sori in Pjazza in occasione del SoriSummerJazz 2014.

Extriò – PLAYS JAZZ & BOSSA NOVA

Bruno Sartore pianoforte
Mauro Carbone sax
Marco Curletto basso
Carlo Albini batteria
Carlo Casareto chitarra

EstriòAccomunati dall’amore per la musica afroamericana gli Extriò si ritrovano per formare un quintetto che porta avanti la ricerca della musica bella e colta con la convinzione che i due aggettivi assolutamente coincidano.
Il repertorio nasce dalla sintesi dei gusti musicali dei componenti: brani jazz e latin jazz che pur avendo visto la luce nella seconda metà del secolo scorso possono ormai essere considerati standard classici jazz
Un Jazz Messengers di Art Blakey , Joe Henderson, Wayne Shorter, Oliver Nelson, Wes Montgomery, Horace Silver, qualche incursione negli anni 30 e altre negli anni 80 e 90 sono, al momento, il perno attorno a cui ruota l’ interesse musicale degli Extriò.
Il gruppo ha come base la cittadina di Sori, località che ha ospitato negli ultimi 27 anni, nell’ambito del Sori Jazz Festival, musicisti jazz di altissimo livello, dove ha partecipato alle ultime quattro edizioni di Sori Solidale, manifestazione in favore dell’associazione Gigi Ghirotti.

Venerdì 28 novembre ore 21.00

Filippo Cosentino TRIO – HUMAN BEING

Filippo Cosentino chitarra
Davide Beatino basso
Carlo Gaia batteria

Filippo Cosentino_3Dopo l’esordio discografico nel 2011 con “Lanes” (feat. Fabrizio Bosso), che ha suscitato paragoni importanti con la musica del “Pat Metheny più ispirato” (Luciano Vanni, Jazzit) Human Being, il secondo album del chitarrista emiliano Filippo Cosentino, che guida il trio a suo nome formato insieme al bassista Davide Beatino e al batterista Carlo Gaia. Composto nel 2011 e registrato nel 2012 al Tube Studio di Fara Sabina, attraverso la musica, il disco pone una domanda e una riflessione sul significato dell’essere umano, trattate attraverso gli 8 brani che costituiscono l’opera (“Message in a bible”, “Serendipity”, “Mantra”, la title-track “Human Being”, “Dance of the moon in love”, “Luz”, “392”, “Letters from home”) e che Cosentino percorre alternando chitarra elettrica, acustica, classica e baritona.
Special guest dell’album, il sassofonista statunitense Michael Rosen, impegnato sia al sax soprano che al tenore. Il suo commento su questo nuovo lavoro: “Filippo è un artista giovane e molto interessante che rappresenta un po’ un’anomalia sulla scena della musica italiana: in contrapposizione alla corrente piuttosto “purista” del momento attuale nel jazz italiano, ha intrapreso una strada tutta sua, creando una musica allo stesso tempo accessibile ed esotica, che incorpora una varietà di sonorità. (…) Con il secondo cd, dimostra già di essere in possesso di una propria identità e, più importante ancora, di una notevole maturità del pensiero che seguiremo con molto interessamento nei lavori a seguire.”
Edito dall’etichetta Emme Produzioni Musicali, l’album è già stato protagonista di numerose anteprime live in diversi festival, presentato ufficialmente con un lungo tour partito da Bologna per continuare tra Lazio, Sardegna, Piemonte, Toscana, Campania, Trentino e Lombardia e culminare in autunno con alcuni concerti in Europa e una puntata al SoriWinterJazz 2014

Sabato 29 novembre ore 21.00

Antonio Marangolo TERZETTO – COME PRIMA

Antonio Marangolo sax tenore pianoforte
Dino Cerruti contrabbasso
Rodolfo Cervetto batteria

Antonio Marangolo_1Antonio Marangolo, nato ad Acireale, ha lasciato la Sicilia a vent’anni con il suo quartetto rock trasferendosi a Roma. Con i GROG, gruppo di cui era front-man e voce solista, ha ottenuto subito un contratto con la RCA e ha partecipato a tutti i grandi eventi (Festival pop a Villa Pamphili e delle Terme di Caracalla) della capitale, suonando al “Piper”, al “Titan” e in tutti i clubs più frequentati e famosi. Inizia nel ’72 lo studio sistematico del pianoforte e smette di cantare. Il quartetto, con Carlo Pennisi, Elio Volpini ed il fratello Agostino Marangolo, prende la direzione del jazz-rock e registra un album dal nome “Etna” nel 1975 (Catoca). Ha partecipato anche alle colonne sonore di Profondo Rosso, Suspiria e Zombie. Noto soprattutto per le sue collaborazioni con autori quali Paolo Conte, Ivano Fossati, Francesco Guccini e Vinicio Capossela, fra gli altri, malgrado questa lunga frequentazione con il gotha del cantautorato italiano, il musicista siciliano, residente da anni nel basso Piemonte, si autodefinisce principalmente un jazzman.
Dino Cerruti dopo anni di professionismo nell’ambito pop/rock, si avvicina al jazz approfondendo gli studi presso la “Scuola Jazz di Quarto” e continua la propria formazione con i maestri P. Leveratto ed A. Zunino. Collabora con numerosi studi di registrazione, e realizza, con le rock band “T-LOCO” e “Wolf”, alcune produzioni per il mercato tedesco. Frequenta le clinic della Berkley School ad Umbria Jazz. Nel 1999, vince il concorso “Jazz emergente in Liguria” con le formazioni “64 Jazz” e “P. Jeffrey Vocal Ensemble” che si aggiudicano rispettivamente il primo ed il terzo posto.
Rodolfo Cervetto inizia lo studio della batteria sotto la guida del maestro M. Pistarino per poi proseguire con M. Sarpero ed E. D Imporzano che lo avvicinano al jazz. Ora suona in contesti molto vari, dalla musica più strutturata al jazz più libero, dall’orchestra sinfonica alla big band, in Italia e all’estero. Fa parte di un gran numero di gruppi: Kandinsky Project con Leveratto, Maffi e Succi, Entartete Zeit con Bondanza, Leveratto, Izzo e Cabrera, Ata Trio con Tacchini e Malnati, collabora con Paolo Silvestri e Pietro Leveratto alla realizzazione di colonne sonore cinematografiche.

Giovedì 4 Dicembre ore 21.00

Ghiglioni – Massaron – BittoloBon TRIO YOU PLAY I SING – I SING YOU SING

Tiziana Ghiglioni voce
Piero Bittolo Bon sassofoni
Simone Massaron chitarra

Tiziana Ghiglioni_1Insolita ma consolidata formazione costituita da chitarra, voce e sax, il trio affronta un repertorio vario  tanto quanto le possibilità offerte da tre musicisti così legati all’improvvisazione e alla musica in forma libera possono offrire.
Musica originale composta dai tre componenti con testi di Balestrini, Erba , John Donne! Un piccolo viaggio tra musica e poesia dove ben tre voci si intrecciano per disegnare un discorso ora lineare ora intricato. Si alternano momenti di composizioni spontanee ad episodi dove si citeranno brani classici della tradizione Jazz.
La splendida voce di Tiziana Ghiglioni, personaggio artistico schietto e sincero, nella musica come nella vita: una personalità forte, forgiatasi ulteriormente tra tantissimi musicisti, negli anni in cui in Italia è stata la prima cantante jazz, incontra l’eclettica chitarra di Massaron (suo collaboratore stretto da diversi anni) e il polistrumentista Piero Bittolo Bon, talento in continua ascesa del panorama italiano, in un connubio di improvvisazione libera, tradizione jazzistica e grande sens of humour per un concerto dinamicamente coinvolgente.
Ghiglioni ha affermato il suo ruolo di spicco nel panorama del Jazz italiano collaborando con alcuni dei più noti jazzisti nazionali, quali Luca Flores, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi ed Enrico Rava e internazionali, come Chet Baker, Steve Lacy, Mal Waldron, Paul Bley e Lee Konitz.

SoriWinterJazz MasterClass 2014

SoriWinterJazz è anche Master Class

La prima edizione del SoriWinterJazz, grazie all’Assessore Istruzione, Formazione, Università della Regione Liguria, Sergio Rossetti, apre agli allievi dei conservatori e scuole di musica provenienti da tutta la Liguria e Basso Piemonte, Master Class condotte da artisti di fama internazionale, provenienti dalle più diverse esperienze artistiche e musicali.
Un incontro per giovani musicisti, interessante opportunità per gli studenti di musica con la possibilità di approfondire la conoscenza tecnica di uno o più strumenti nell’ambito della musica jazz: un valore aggiunto per il loro percorso formativo.

Il percorso didattico è rivolto agli studenti dei conservatori e delle scuole di musica.

Date MasterClass e Descrizione
Lunedì 24 novembre ore 14.30-16.30

Masterclass SINGING

Aperto a cantanti
con Mala Waldron pianoforte e voce
Il corso verrà attivato con un minimo di 5 iscritti.
Il numero massimo degli allievi ammessi è limitato a 10.
Quota di partecipazione 50 euro.

Giovedì 27 novembre ore 14.30-17.00

Masterclass YOU PLAY I SING – I SING YOU SING

con Tiziana Ghiglioni Voce, Piero Bittolo Bon Sassofoni, Simone Massaron Chitarra
IMpro Lab per vocalist e strumentisti
Laboratorio per cantanti e strumentisti che vogliono interpretare e improvvisare sui brani standards ! Una lista di brani sui quali sarà possibile divertirsi a suonare formando piccoli combo o una Band! It’ll be fun!
Il corso verrà attivato con un minimo di 5 iscritti. Il numero massimo degli allievi ammessi è limitato a 10.
Quota di partecipazione 50 euro.

Venerdì 28 novembre ore 14.30-17.00

Masterclass ARMONIA

con Filippo Cosentino chitarra
Aperto a tutti gli strumenti
Workshop
Perché studiare il repertorio? L’importanza dei temi e della melodia.
sviluppo melodico del tema e improvvisazione tematica
sviluppo ritmico del tema (per batteristi ma anche per strumenti melodico-armonici)
sviluppo armonico del tema!
L’ear training: melodico e armonico —> come può aiutarci nell’improvvisazione
e nell’interpretazione di un brano
Sviluppo del fraseggio: alcuni consigli pratici per interpretare armonie
apparentemente complicate (accordi alterati, sua, etc)
Il corso verrà attivato con un minimo di 5 iscritti.
Il numero massimo degli allievi ammessi è limitato a 10.
Quota di partecipazione 50 euro.

Sabato 29 novembre ore 14.30-17.00

Masterclass INTERPLAY

Dino Cerruti contrabbasso
Rodolfo Cervetto batteria
Aperto a tutti gli strumenti
interplay – come funziona la ritmica. Il corso verrà attivato con un minimo di 5 iscritti. Il numero massimo degli allievi ammessi è limitato a 10. Quota di partecipazione 50 euro.

Tutti i corsi sono aperti come auditori ad un prezzo ridotto 25 euro.

L’iscrizione da diritto all’ingresso libero ai concerti del festival.

Iscrizione MasterClass

Iscrizione a Master Class Sori Winter Jazz

I seminari di SoriWinterJazz si terranno presso il Teatro del Levante Via Combattenti Alleati, 9 Sori – Genova e sono organizzati dall’Associazione Culturale La Chascona.
Le operazioni di iscrizione (domanda e versamento) possono essere effettuate entro le ore 18.00 del 18 novembre 2014 compilando la scheda d’iscrizione ed effettuando il pagamento con BONIFICO BANCARIO intestato a

Associazione La Chascona
BANCA CARIGE AGENZIA 9 CORSO SARDEGNA GENOVA
C/C 16265.80 ABI 6175 CAB 1409 CIN X – IBAN: IT66X0617501409000001626580
La ricevuta del versamento (indicante il nome dell’iscritto/a) dovrà essere inviata via e-mail, unitamente alla scheda di iscrizione in formato pdf a lachascona2010@libero.it – La scheda di iscrizione è scaricabile dal sito www.teatrodellevante.it